correoslista de correosrecibe automáticamente las actualizaciones a tu correosíguenos en tuitersíguenos en facebook siguenos en youtubesíguenos en Vimeo

enlaceZapatista

Palabra del Ejército Zapatista de Liberación Nacional

May262021

CONTRO LA REPRESSIONE DEI MALGOVERNI APPOGGIO ALLA SCUOLA RURALE NORMAL MACTUMACTZÁ IN CHIAPAS E AI PUEBLOS TEPEHUANO Y WIXÁRIKA IN JALISCO.

CONTRO LA REPRESSIONE DEI MALGOVERNI
APPOGGIO ALLA SCUOLA RURALE NORMAL MACTUMACTZÁ IN CHIAPAS E AI PUEBLOS TEPEHUANO Y WIXÁRIKA IN JALISCO.

CNI-CIG e EZLN
Maggio 2021

Alla Escuela Normal Rural Mactumactzá, Chiapas.
Ai pueblos tepehuano y wixárika di San Lorenzo de Azqueltán, Jalisco.
Alle organizzazione e collettivi dei diritti umani.
Alla Sexta Nazionale e Internazionale.
Ai mezzi di comunicazione.

Come popoli originari quali siamo organizzati nel Congresso Nazionale Indigeno-Consiglio Indigeno di Governo ed EZLN – dichiariamo quanto segue:

PRIMO – Esprimiamo la nostra totale condanna delle azioni repressive del malgoverno contro i nostri fratelli della Escuela Normal Rural Mactumactzá. Ancora una volta, con estrema violenza, si cerca di mettere a tacere le giuste richieste delle studentesse e degli studenti della Normal. Il 18 maggio il malgoverno ha fermato 91 studenti, tra cui 74 studentesse. Le ragazze hanno denunciato di essere state trattate come bottino di guerra dai corpi di polizia repressivi, sono state denudate e abusate sessualmente. Le/Gli student@ sono accusat@ di volere gli esami in presenza e non on-line. Le autorità governative educative e governative del Chiapas mostrano ancora una volta che non hanno la minima idea della geografia e della situazione politica e sociale nello Stato. Con questa azione, i malgoverni riassumono il loro piano per l’educazione del Messico rurale: repressione bugie e finzione. Ai nostri fratelli e sorelle della Escuela Normal Rural Mactumactzá manifestiamo la nostra completa solidarietà senza riserve, e rivolgiamo un appello a tutti i nostri compagni e alle nostre compagne della Sexta Nazionale e Internazionale affinché esprimano la loro solidarietà con la lotta de@ student@ di Mactumactzá. Esigiamo la libertà incondizionata di tutt@ le/gli arrestat@.

SECONDO – Come Congresso Nazionale Indigeno-Consiglio Indigeno di Governo e come EZLN salutiamo la Campagna Nazionale e Internazionale per la Giustizia e il Territorio in Azquetltán, nel municipio di Villa Guerrero, nello stato di Jalisco, Messico. Lì stanno resistendo per la vita le sorelle e i fratelli della comunità indigena autonoma dei wixárika e tepehuana.

Ci uniamo alle rivendicazioni di giustizia della comunità indigena di fronte alla protezione che i malgoverni garantiscono al violento cacicco Fabio Flores Sánchez, alias La Polla; il quale non solo ha rubato i terreni comunali, ma ha commesso anche numerosi e gravi atti di crudeltà contro la degna ed esemplare organizzazione comunitaria con la quale hanno sorpreso il mondo. Facciamo nostra la rabbia di fronte all’ingiustizia e l’impunità che vogliono consolidare quelli che hanno come obiettivo quello di privatizzare la terra, terra che come voi e come i/le nostr@ antenat@ sogniamo collettiva. Facciamo nostro il loro dolore per la sofferenza de@ vecch@ che hanno visto i ricchi e potenti invadere con violenza e inganni i terreni comunali; e per il dolore dei figli e dei nipoti, i quali oggi vedono la minaccia non solo di vedere distrutta la proprietà collettiva a beneficio di pochi proprietari terrieri e imprese, ma anche di vedere minacciata l’esistenza stessa del loro popolo tepecano.

Esigiamo che Fabio Flores Sánchez, alias La Polla – insieme al gruppo che lo accompagna – sia giudicato e punito per i crimini che ha commesso contro la comunità, come ad esempio le minacce, gli attacchi armati, i tentati omicidi e la sottrazione di terre.

Respingiamo la campagna di diffamazione in atto contro la lotta comunale in difesa della terra lanciata dai servi del governo municipale di Villa Guerrero e di La Polla. D’altronde, come hanno dimostrato in altre occasioni, il loro obiettivo è quello di seminare discordia che favorisca la repressione. Pertanto vigiliamo su quello che succede nel loro territorio e riteniamo il cacicco Fabio Flores Sánchez e i funzionari pubblici che lo supportano, responsabili di queste campagne e di qualsiasi attacco alla comunità.

Rivolgiamo un appello ai collettivi e alle organizzazioni solidali dei diritti umani, ai collettivi della Sexta Nazionale e Internazionale, alle reti di resistenza e ribellione, di vigilare e rispondere con la nostra parola, le nostre firme, la nostra coscienza e attenzione alla campagna che i nostri fratelli e sorelle di Azqueltán rivolgono al mondo, innalzando la bandiera della speranza.

¡MACTUMACTZÁ Y AZQUELTÁN RESISTEN!

Attentamente.

Maggio 2021

Per la Ricostruzione Integrale dei Nostri Popoli
Mai più un Messico senza di Noi

Congresso Nazionale Indigeno- Consiglio Indigeno di Governo

Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale

Traduzione Elena – Bergamo

Share

No hay comentarios »

No hay comentarios todavía.

RSS para comentarios de este artículo.

Deja un comentario

Notas Importantes: Este sitio web es de la Comisión Sexta del EZLN. Esta sección de Comentarios está reservada para los Adherentes Registrados y Simpatizantes de la Sexta Declaración de la Selva Lacandona. Cualquier otra comunicación deberá hacerse llegar por correo electrónico. Para evitar mensajes insultantes, spam, propaganda, ataques con virus, sus mensajes no se publican inmediatamente. Cualquier mensaje que contenga alguna de las categorías anteriores será borrado sin previo aviso. Tod@s aquellos que no estén de acuerdo con la Sexta o la Comisión Sexta del EZLN, tienen la libertad de escribir sus comentarios en contra en cualquier otro lugar del ciberespacio.


Archivo Histórico

1993     1994     1995     1996
1997     1998     1999
2000     2001     2002     2003
2004     2005     2006
2007     2008     2009     2010
2011     2012     2013
2014     2015     2016     2017
2018    2019   

Comunicados de las JBG Construyendo la autonomía Comunicados del CCRI-CG del EZLN Denuncias Actividades Caminando En el Mundo Red nacional contra la represión y por la solidaridad