correoslista de correosrecibe automaticamente las actualizaciones a tu correosiguenos en tuitersiguenos en facebook siguenos en youtube

enlaceZapatista

Palabra del Ejército Zapatista de Liberación Nacional

Mar102021

“LOS ARDILLOS” assaltano e uccidono ancora i compagni del CIPOG-EZ

LOS ARDILLOS” assaltano e uccidono ancora i compagni del CIPOG-EZ

8 marzo 2021

All’Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale

Al Congresso Nazionale Indigeno

Al Consiglio Indigeno di Governo

Ai media liberi e autonomi

Alla Sexta Nazionale e Internazionale

Alle reti di resistenza e ribellione

Al popolo del Messico

Denunciamo che la sicurezza, la pace e la giustizia promesse dall’attuale governo della 4T, è stata pura simulazione. Mentre gli assassini restano senza punizione e continuano a molestare i nostri fratelli del Consejo Indígena y Popular de Guerrero – Emiliano Zapata (CIPOG-EZ) per ucciderli, la Guardia Nazionale, la polizia statale e municipale, sono semplici spettatori e complici delle aggressioni che «Los Ardillos» realizzano contro i nostri fratelli e sorelle nella regione della Montaña.

Nella notte di domenica 7 marzo, intorno alle 22 circa, i membri del CIPOG-EZ sono stati nuovamente attaccati al ritorno da un’assemblea nel comune di San Marcos insieme ai compagni della Policías Comunitarios della Costa Chica. Quando stavano tornando a Chilapa, prima di raggiungere la comunità di Tlatoaqui, all’incrocio di Olinalá, sono stati attaccati da circa 10 persone con armi di grosso calibro AK-47 e R-15, e i loro compagni Adán Linares Silverio, Pablo Hilario Morales, Alberto Zoyateco Perez sono stati feriti mentre il compagno Jordán Terjiño Luna purtroppo ha perso la vita nelle prime ore dell’8 marzo a causa delle ferite da arma da fuoco. Anche due furgoni del CIPOG-EZ sono stati distrutti dagli stessi proiettili delle mani assassine del gruppo criminale e paramilitare “Los Ardillos”.

Intorno all’una di notte di lunedì 8 marzo, i compagni CIPOG-EZ erano a Chilapa, dove si sono incontrati con una persona che si è identificata come Comandante Rojas, coordinatore della Regione Montaña della polizia statale con la quale si è concordato di andare presso l’ufficio del pubblico ministero per recarsi poi nel luogo in cui era avvenuto l’agguato.

Vale la pena ricordare che dal 20 al 27 febbraio, come Missione di Osservazione Civile, abbiamo documentato, nelle comunità integrate nel CIPOG-EZ, gravi violazioni dei diritti umani, tra cui: tortura, reclusione, mandati di cattura, false denunce, sparizioni e allontanamenti forzati, omicidi con grande accanimento e brutalità, uniti alla mancanza di accesso ai diritti più elementari come: salute, istruzione, lavoro, accesso alla giustizia, sicurezza, uguaglianza e libera circolazione. Il governo ne era consapevole e ha persino offerto sostegno alla Missione di osservazione civile. Dalle sue istanze federali, statali e municipali, dai suoi uffici per i diritti umani e altri, hanno chiesto se avevamo bisogno di qualcosa, hanno persino proposto di aderire alla Missione. Dopo poco più di una settimana i nostri fratelli cadono di nuovo in un’imboscata.

Ecco perché diciamo chiaramente e direttamente che sappiamo che i colpevoli delle morti, sequestri di persona, sparizioni, torture e tutta la brutalità subita dalle 24 comunità che compongono il CIPOG – EZ, sono opera dei gruppi criminali “Los Ardillos”. Questi gruppi si sono diffusi lunga la strada da Tlapa a Chilapa. Diciamo anche direttamente che il malgoverno lo sa benissimo, sia i federali, che gli statali che i municipali, ma la loro risposta è stata la stessa che danno a chi organizza e difende dal basso la vita e il territorio: disprezzo e morte.

Facciamo un appello urgente ai Centri per i diritti umani, alle organizzazioni e collettivi nazionali e internazionali solidali con la lotta dei popoli, ad essere vigili e denunciare la guerra che stanno vivendo i nostri fratelli e sorelle del CIPOG-EZ, organizzazione appartenente il Congresso Nazionale Indigeno (CNI). Quelli di noi che compongono la Missione di Osservazione Civile dicono al CIPOG-EZ che non sono soli, che il monitoraggio continua e che denunceremo la guerra di sterminio di cui lo Stato è complice.

Cordiali saluti.

Missione di Osservazione Civile della Sexta

¡Alto a los asesinatos contra el CIPOG-EZ!
Fermare gli omicidi contro il CIPOG-EZ!

¡Alto a la guerra paramilitar contra las comunidades zapatistas del EZLN!
Stop alla guerra paramilitare contro le comunità zapatiste dell’EZLN!

¡Alto a la guerra paramilitar contra las comunidades indígenas del CNI-CIG!
Stop alla guerra paramilitare contro le comunità indigene del CNI-CIG!

¡Justicia para todos nuestros presos, asesinados y desaparecidos del CNI-CIG!
Giustizia per tutti i nostri prigionieri, assassinati e scomparsi del CNI-CIG!

 

Traduzione Cooperazione Rebelde Napoli

Share

No hay comentarios »

No hay comentarios todavía.

RSS para comentarios de este artículo.

Deja un comentario

Notas Importantes: Este sitio web es de la Comisión Sexta del EZLN. Esta sección de Comentarios está reservada para los Adherentes Registrados y Simpatizantes de la Sexta Declaración de la Selva Lacandona. Cualquier otra comunicación deberá hacerse llegar por correo electrónico. Para evitar mensajes insultantes, spam, propaganda, ataques con virus, sus mensajes no se publican inmediatamente. Cualquier mensaje que contenga alguna de las categorías anteriores será borrado sin previo aviso. Tod@s aquellos que no estén de acuerdo con la Sexta o la Comisión Sexta del EZLN, tienen la libertad de escribir sus comentarios en contra en cualquier otro lugar del ciberespacio.


Archivo Histórico

1993     1994     1995     1996
1997     1998     1999
2000     2001     2002     2003
2004     2005     2006
2007     2008     2009     2010
2011     2012     2013
2014     2015     2016     2017
2018    2019   

Comunicados de las JBG Construyendo la autonomía Comunicados del CCRI-CG del EZLN Denuncias Actividades Caminando En el Mundo Red nacional contra la represión y por la solidaridad